Let’s go out for dinner

L’inglese al ristorante

Cosa c’è di meglio di una serata al ristorante per concedersi una pausa in tranquillità e ripassare un po’ di inglese senza annoiarsi? Sia che vi capiti di uscire a cena con amici stranieri o vi troviate all’estero, rimarrete sorpresi di quanto possano essere piacevoli e utili due ore trascorse intorno a una tavola imbandita: oggi ripasseremo i nomi di posate, piatti e bicchieri, frasi utili per rivolgerci al cameriere, scegliere le portate ecc.

Tenendo a mente che nella terminologia gastronomica inglese sono presenti parole prese a prestito da altre lingue, iniziamo il nostro ripasso partendo dal luogo più comune scelto per trascorrere una serata in compagnia: restaurant, mantiene la stessa grafia del francese ma non la pronuncia e l’accento. 

Oltre ai ristoranti, molto diffusi sono i cafe o coffee shop (prevalentemente per panini ma trovate anche qualche piatto caldo) e i locali dove si mangia fish and chips. Tipici poi i fast food, i pizza restaurant (US: pizza parlor) ovvero le nostre pizzerie. 

Dinner: cena o pranzo?

Dinner come sappiamo è la cena.  Ma attenzione, in alcune regioni della Gran Bretagna, soprattutto nelle zone industriali, la parola dinner è riferita al pranzo. Inoltre, ci sono espressioni quali Christmas dinner (pranzo di Natale), dinner lady (addetta alla mensa scolastica, lunch lady negli USA) che possono creare degli equivoci. In tutti questi casi per dinner si intende il pasto più importante della giornata, indipendentemente dall’orario!

Arrivo al ristorante

Quando arrivate al ristorante, sarete accolti da un waiter (cameriere) o una waitress (cameriera) che vi accompagnerà al vostro posto già set (apparecchiato) con table-cloth (tovaglia), serviette (UK, alla francese) o napkin (US) (tovagliolo), glass (bicchiere), plate (piatto) e cutlery (posate). Vi siete scordati di prenotare o avete deciso all’ultimo di fermarvi fuori a cena? Don’t panic, all’arrivo verificate subito se c’è posto chiedendo: “Have you got a table for two, please?”

Iscriviti alla Newsletter di JUSTVeg

Il menù

Il menù può essere “à la carte” (altro prestito linguistico francese) o set menu (menu fisso); a seconda del tipo di locale troverete anche gli specials (piatti del giorno).

La vostra scelta inizierà dagli starters (antipasti) che, diversamente dai nostri, possono essere caldi, come una soup (minestra) o freddi. Si passa poi al tradizionale main course o entrée (piatto principale) composto di carne, pesce e accompagnato da un side dish (contorno) di vegetables (verdure), mushrooms (funghi) o potatoes (patate) che potete gustare fried (fritte), boiled (bollite), roasted (arrosto) o baked (al cartoccio). Sempre più ristoranti offrono varianti al classico menu per chi segue diete particolari (vegetarian, vegan, gluten free, halal, kosher ecc.). I piatti scelti potranno essere accompagnati da un buon vino selezionato tra quelli della wine list (carta dei vini) o dall’house wine (vino della casa) e da una bottiglia di still (naturale) o sparkling (gassata) water.

Come rivolgersi al cameriere

Se dovete chiedere qualcosa al cameriere potete rivolgervi a lui con espressioni quali: “Could I have some bread, please?” (potrei avere del pane?), “Does this dish contains…” (questo piatto contiene…) ecc. “That was lovely, thanks” o “Everything was great” sono espressioni tipiche per dire che siete rimasti soddisfatti e della cena.

Il conto per favore

Per chiedere il conto l’espressione tipica è: Could I have the bill, please?Bill è il termine usato sia nel Regno Unito che in America, dove però è diffusa anche la parola check. Ricordiamoci che negli Stati Uniti bill significa anche banconota e check è anche il nome dato all’assegno.

“Can I pay with credit card?” (Posso pagare con carta di credito?) o  You can keep the change!”  (Può tenere il resto) sono frasi tipiche da usare quando arriva il momento di pagare.

Infine, a meno che non sia già inclusa nel conto, è buona abitudine “leave a tip” (lasciare una mancia); non esiste una regola rigida a riguardo, ma se siete soddisfatti del servizio e avete la possibilità, lasciarla è considerato un gesto di cortesia nei confronti dei camerieri.