Come trovare un traduttore o un interprete

Consigli per i non addetti ai lavori

Hai un testo da tradurre ma non sai a chi affidarlo? Devi incontrare un cliente straniero ma non parli la sua lingua? Trovare il traduttore o l’interprete che fa per te può sembrare un’impresa ardua. Ecco qualche consiglio e suggerimento!

Sono passati 5 anni dall’articolo di Sara Knowles ma i suoi consigli su come trovare (e lavorare con) un traduttore o un interprete sono sempre validi e attuali. Sara, consulente linguistica e culturale di UKTI, afferma che trovare un professionista può sembrare un’impresa ardua, soprattutto se non si conosce la lingua di arrivo o se non è chiara la qualità di quanto stiamo per acquistare. Leggi i suoi consigli e scopri due assi nella manica da tenere a portata di mano in caso di bisogno! 😉

I consigli di Sara Knowles

1) Seleziona il materiale giusto: prima di spedire un documento, assicurati che il testo sia completo e corretto. Apportare modifiche in un secondo momento può essere costoso in termini di tempo e denaro.

2) Quando possibile, opta per un madrelingua: se il traduttore è madrelingua (della lingua di arrivo) sarai certo che il tuo messaggio arriverà in maniera efficace e chiara al destinatario.

3) Scegli un traduttore o un interprete specializzato nell’argomento del tuo testo.

4) Verifica se hai bisogno di un traduttore o di interprete: i traduttori si occupano di documenti scritti mentre gli interpreti sono la tua voce durante incontri di lavoro, fiere, convegni ecc.

5) Cerca un professionista con esperienza: verifica se è socio di un’associazione di categoria o chiedi delle referenze.

6) Non affidare traduzioni a familiari, amici o dipendenti.

7) Diffida dai servizi di traduzione automatica (Google Translate): possono essere utili ma solo per verificare il significato di singole parole o brevi comunicazioni.

8) Non sottovalutare l’importanza della revisione: un esempio di un errore costato molto di più dell’onorario di un bravo traduttore o revisore? Eccolo:

BUT-YOUR-TICKET-EXPO-2015

9) Localizza: oltre alla traduzione è indispensabile adattare il contenuto in base ai bisogni e alle aspettative del tuo lettore finale.

10) Affidati a un esperto che ti aiuti a capire le reali esigenze e sul quale potrai sempre far affidamento in caso di bisogno.

Leggi l’articolo completo “Ten tips for working with translators and interpreters” di Sara Knowles.

Dalla teoria alla pratica

Ci siamo, è giunto il momento di mettersi alla ricerca.  Il tuo testo è pronto per essere tradotto. Il tuo cliente straniero ha confermato la data dell’incontro. Da dove iniziare? Le alternative sono varie: puoi affidarti al passaparola, cercare qualcuno su Internet o, se hai già avuto a che fare con un traduttore o un interprete, provare a ricontattarlo per informazioni.  Il mio consiglio è questo: per evitare di perdere tempo e rischiare di finire nelle mani di persone non qualificate, tieni a portata di clic questi due siti che, al bisogno, potrai consultare per trovare il professionista che fa al caso tuo. Nel dettaglio:

  • AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti): clicca la voce “ricerca un interprete o un traduttore“, seleziona “traduttore” o “interprete”, scegli la lingua di partenza e quella di arrivo oltre alla specializzazione e la regione. Si aprirà una schermata con i risultati e i dettagli dei singoli professionisti.
  • ANITI (Associazione Nazionale Italiana Traduttori ed Interpreti): dalla voce di menù “struttura” si apre un menù a tendina, clicca sull’ultima voce “cerca un professionista“, compila i campi d’interesse (specializzazione, lingua, regione ecc.). Si aprirà una schermata con i risultati e i dettagli dei singoli professionisti.

In entrambi i casi, più dettagli riuscirai a inserire nelle voci di ricerca, più i risultati saranno precisi.

Una volta individuata la persona giusta, contattala per conoscere disponibilità e tariffe.

La persona che hai contattato non è disponibile? No problem! Traduttori e interpreti lavorano spesso in team: chiedi di metterti in contatto con qualche collega di fiducia.

Ora che hai scoperto i consigli più importati e hai due preziosi strumenti di ricerca, non resta che rimboccarti le maniche e trovare il professionista che fa per te. Hai ancora dubbi? Le tue ricerche non hanno portato risultati interessanti?  Preferisci delegare qualcuno per questa selezione? Scrivimi!

Post del 2015, aggiornato nel 2020.