GLOSSARIO DELLA TRADUZIONE

30 parole da conoscere se hai a che fare con traduttori e traduttrici

“Il miglior traducente per questa parola è…”. “Hai un glossario al quale posso fare riferimento?”. “Il costo a cartella è di…”. Lo ammetto, il linguaggio usato dai traduttori non è sempre di immediata comprensione soprattutto per chi non è pratico del settore.  Ecco perché ho realizzato un pratico glossario delle parole più frequenti nelle quali potrai imbatterti se avrai a che fare con un traduttore.

Conoscere la terminologia più ricorrente può aiutarti a familiarizzare con un settore vasto come quello dei servizi linguistici oltre a orientarti meglio quando si tratta di trovare il professionista che fa al caso tuo.

Prima di proseguire ti ricordo che puoi scaricare il glossario in formato pdf da questo link  e consultarlo quando vuoi dal tuo computer, tablet o cellulare.

Buona lettura!

Glossario della traduzione

  1. Abstract / Riassunto analitico = riassunto generale che permette al lettore di capire in poco tempo se può essere interessato al contenuto dell’articolo. Lo troviamo solitamente nelle tesi e nei saggi.
  2. Adattamento = processo di trasposizione di una parola tradotta al sistema e alla cultura ricevente.
  3. Asseverazione / Giuramento = procedura con cui il traduttore dichiara, di fronte al funzionario del tribunale, che il documento tradotto corrisponde fedelmente al testo originale.
  4. Back translation / Traduzione inversa = ritraduzione del testo tradotto (metatesto) nella lingua del testo originale (prototesto) utile a evidenziare eventuali inesattezze semantiche.
  5. Calco = tipo particolare di prestito. Si parla di calco semantico quando diamo un significato nuovo a una parola già esistente, come nel caso di “realizzare” nel senso di “capire” da to realize. Si parla di calco traduzione quando le parole composte si formano nella lingua di arrivo allo stesso modo della lingua di partenza, come nel caso di “grattacielo” da skyscraper.
  6. Cartella = unità di misura usata in Italia per indicare la lunghezza di un testo. Una cartella standard è composta da 1500 caratteri, quella editoriale da 2000, quella legale da 1350. Dato che in molti mercati stranieri il conteggio avviene a parola, è bene tenere a mente che una cartella di 1500 battute equivale a circa 225 parole.
  7. CAT tool (Computer Assisted Translation tool) =  programma di traduzione assistita usato da traduttori e revisori per garantire omogeneità terminologica e stilistica nei testi oltre che per riutilizzare traduzioni già eseguite in passato. Tra le funzioni a disposizione ci sono: conteggio parole, memoria di traduzione e gestione della terminologia.
  8. Concordanze = raccolta di occorrenze delle parole all’interno di un testo per stabilire la connotazione precisa di una parola in quell’ambito.
  9. Connotazione = significato assunto da un segno in un particolare contesto (culturale, storico, familiare, geografico). Tale significato può variare da un soggetto all’altro.
  10. Contesto = ambito culturale di un contenuto.
  11. Ellissi / Omissione = figura retorica che consiste nell’eliminare da una frase una o più parole che si possono sottintendere.
  12. False Friends (falsi amici) = locuzioni o parole che foneticamente suggeriscono una traduzione immediata (morbid > morbido) ma che in realtà hanno un significato diverso.
  13. Filologia = amore per lo studio delle parole. Disciplina che studia, mediante l’analisi linguistica e la critica testuale, la ricostruzione e le possibili interpretazioni di testi scritti.
  14. Glossario = raccolta di termini settoriali redatto in una, due o più lingue che si propone di definire parole o espressioni chiave e fornirne la relativa traduzione. Nella pratica della traduzione è abitudine usare glossari come punti di riferimento per garantire accuratezza e uniformità terminologica dei contenuti. Il glossario viene solitamente creato dal traduttore all’inizio di un progetto o consegnato dal cliente, se ne possiede già uno, e aggiornato nel tempo.
  15. Impaginazione =  preparazione di un contenuto per la pubblicazione su carta o sul web. Nel dettaglio, consistente nel disporre testi, didascalie, titoli, note, elementi grafici, numerazioni ecc. al fine di rendere il testo facilmente fruibile dai lettori e visivamente accattivante.
  16. Localizzazione = processo di adattamento di un testo attraverso il quale i traduttori eliminano elementi appartenenti alla cultura del testo originale sostituendovi elementi della cultura ricevente. Lo scopo di questa operazione è rendere il testo più fruibile ai destinatari, facendolo percepire  come originale, locale.
  17. Memoria di traduzione =  programma che consente ai traduttori di fare scelte terminologiche e stilistiche coerenti e di poterle mantenere nel tempo grazie alla creazione di un database multilingue che memorizza i segmenti di testo e le relative traduzioni. Questa memoria contiene parole, frasi e i relativi traducenti provenienti da traduzioni effettuate in precedenza. Diversamente dal glossario, che può essere anche monolingue o multilingue, una memoria di traduzione è solo bilingue.
  18. Prestito = elemento linguistico della cultura emittente assimilato in quella ricevente. Esempi: bar, charter, bistecca (dall’inglese beef-steak), al di là di (dal francese au delà de).
  19. Project Manager (PM) = responsabile che segue un progetto dalla fase del preventivo alla consegna. Tra le sue attività di supporto rientrano: la gestione, la pianificazione e l’organizzazione delle risorse per svolgere i progetti secondo le procedure interne e le necessità del cliente. Ad esempio, il PM gestisce i contatti con clienti e fornitori, monitora l’andamento di un progetto per garantire il rispetto dei tempi di consegna, aggiorna le memorie di traduzione ecc.
  20. Proofreading = analisi di un testo tradotto per controllarne l’ordine e l’aspetto grafico.
  21. Registro = modo di parlare o scrivere, livello espressivo proprio di una data situazione comunicativa. Un registro può essere: familiare, giornalistico, istituzionale, spontaneo, colto ecc.
  22. Revisione/Editing = in questa fase il testo tradotto viene confrontato con il testo originale e sottoposto a un controllo che prevede la correzione di errori grammaticali, sintattici, terminologici, ortografici e stilistici.
  23. Scrittura creativa = attività di redazione di un testo che, grazie alla creatività e allo stile dell’autore, mira a suscitare determinate emozioni nei lettori.
  24. Terminologia = disciplina che studia l’analisi teorica della denominazione e del funzionamento di concetti appartenenti a settori specifici. Nell’ambito della traduzione, la terminologia analizza i problemi connessi alla traduzione di testi specialistici da una lingua all’altra.
  25. Testo a fronte = forma di edizione in cui il testo tradotto e quello originale sono collocati rispettivamente sulla pagine pari e dispari.
  26. Traducente = termine usato per indicare una parola o una locuzione che nel testo tradotto sta al posto di una parola o locuzione del testo originale. Non è sempre possibile individuare corrispondenze precise.
  27. Traduzione = trasposizione di un testo da una lingua a un’altra.
  28. Traduzione indiretta = “traduzione di seconda mano” o traduzione di una traduzione. Il testo tradotto, cioè quello usato come testo originale per il secondo processo traduttivo, si chiama intermedio.
  29. Transcreazione = traduzione creativa di un testo finalizzata ad adattarlo al meglio al pubblico di destinazione.
  30. Trascrizione = trasferimento di un testo da un alfabeto all’altro seguendo il principio della pronunciabilità spontanea dei parlanti della cultura ricevente.

Se ti vengono in mente altre parole incomprensibili legate all’ambito della traduzione o desideri maggiori informazioni sull’argomento, scrivi a info@justranslations.com. Alla prossima!