L’importanza del target nel processo di traduzione

Promuovere prodotti o servizi oltre confine può essere un’esperienza entusiasmante e potenzialmente redditizia. Alcune realtà puntano molto sulle attività di marketing all’estero ma in certi casi gli sforzi non vengono ripagati come sperato. Se vi ritrovate in questa situazione, uno dei motivi potrebbe essere la limitata attenzione riservata al processo di traduzione. 

Affinché il vostro messaggio arrivi nel modo giusto e alle persone giuste, la traduzione, oltre a essere accurata e di qualità, deve prestare attenzione alle peculiarità del target quali: la sua cultura, le sue tradizioni, i suoi gusti e le sue abitudini. Ecco che decidere di affiancare un traduttore professionista alle figure dei responsabili marketing e dei copywriter può aiutare a trovare l’approccio vincente per rivolgerci al nostro pubblico e creare contatti qualificati.

Se siete in procinto di lanciare il vostro brand all’estero, in questo articolo scoprirete quali aspetti legati al target tenere in considerazione per la buona riuscita di una traduzione, accompagnati da consigli ed esempi pratici.

Qual è lo scopo della traduzione?

Immaginiamo che vogliate lanciare una nuova linea di prodotti.

Per proporla ai clienti finali (B2C) avete deciso di aggiungere una sezione dedicata sul vostro sito internet. Avete dunque bisogno di far tradurre un testo a scopo promozionale. Il traduttore, oltre a seguire la traccia del documento originale, vi indicherà se e in che modo adattare i contenuti tradotti per renderli più comprensibili possibile al mercato estero in oggetto.

Ecco che tenere presenti le sfumature linguistiche, gli aspetti culturali ed emotivi aiuterà a stabilire una relazione con il lettore e influire sui suoi processi decisionali (es: scegliere di acquistare i vostri prodotti). In certi casi la soluzione migliore potrebbe essere la transcreazione: una traduzione creativa che trasforma il testo di partenza mantenendo lo scopo, il tono e i riferimenti essenziali. Qualsiasi sia la soluzione scelta, trattandosi di comunicazione digitale, sarà necessario produrre contenuti ottimizzati lato SEO, ovvero che rispondono a specifiche chiavi di ricerca degli utenti.

Per proporre i nuovi prodotti ai rivenditori (B2B) puntate invece su una presentazione da mostrare durante un workshop. In questo caso la traduzione avrà uno scopo divulgativo. Qui il traduttore dovrà essere meno creativo: servirà una resa testuale più tecnica, priva di fronzoli e incentrata su dati, statistiche, numeri o indicazioni pratiche. In poche parole servirà un testo informativo e chiaro per addetti ai lavori.

Il testo da tradurre contiene riferimenti a elementi locali?

La presenza di riferimenti a luoghi, persone o organizzazioni locali nei testi della lingua d’origine potrebbe confondere i lettori stranieri. Facciamo due esempi.

Se dovete distribuire una brochure a una fiera internazionale, meglio prevedere di sostituire nomi di persone o luoghi che al pubblico straniero risulterebbero sconosciuti con nomi più noti o informazioni extra. Ad esempio, il traduttore potrebbe integrare informazioni come il nome della regione in cui si trova la vostra azienda.

Se dovete lanciare un nuovo tour a Roma, verificate che il testo destinato ai turisti stranieri sia sufficientemente chiaro. Mentre nel copy italiano certe parole o espressioni non avranno bisogno di spiegazioni (es: il Cupolone), nella traduzione ci sarà bisogno di spiegare il significato di questo termine senza divagare. Per quanto reso in un’altra lingua, il messaggio avrà lo stesso obiettivo: fornire informazioni pertinenti e utili anche a chi non conosce il Bel Paese come un nativo.

Il testo viene tradotto nella lingua madre dei lettori?

Se il testo da tradurre è destinato a colleghi di diversi Paesi e la lingua comune è l’inglese, sarà opportuno scegliere un linguaggio standard per permettere a tutti di capire al meglio. Ci sarà da evitare linguaggi prolissi, prestare attenzione a eventuali tecnicismi e spiegare eventuali sigle o acronimi.

Se il testo viene tradotto nella lingua madre dei lettori (es: l’inglese) sarà necessario definire il tipo di inglese da usare (es: britannico, americano, australiano, canadese) e affidare la traduzione e/o la revisione a traduttori madrelingua che conoscono al meglio tutte le sfumature della lingua.

Che tono deve avere la traduzione?

Il pubblico di destinazione determina anche il tono della traduzione: istituzionale, amichevole, onirico, ironico, persuasivo, ironico ecc. Tante realtà hanno una strategia di marketing consolidata nella propria lingua con un relativo tono di voce (Tone of Voice), ovvero un insieme di parole selezionate per esprimere la propria identità e i propri valori.  Quando ci rivolgiamo a un mercato straniero bisogna capire se questo tono può essere adattato per uno specifico mercato o deve rimanere tale e quale. Anche in questo caso le abilità e le competenze del traduttore possono fare la differenza.

Altre informazioni da conoscere sul target per la buona riuscita di una traduzione:

  • Età
  • Genere
  • Esigenze
  • Aspettative
  • Livello accademico
  • Gruppo etnico/sociale

Oltre al target

Esistono traduzioni precedenti o glossari?

Se sono già state fatte delle traduzioni in passato o sono presenti dei glossari, questi potranno essere forniti al traduttore come punti di riferimento da aggiornare o adattare in base alle necessità.

È presente un revisore interno?

Quando possibile, sarebbe ideale coinvolgere un responsabile dell’azienda fin dall’inizio del processo di traduzione. Questo aiuterebbe sia nella fase di definizione del pubblico di destinazione sia nella traduzione stessa: la sue conoscenze “tecniche” del prodotto o del servizio aiuteranno il traduttore a trasmettere il messaggio desiderato nel modo più appropriato possibile.

Conclusione

Una traduzione che tiene conto di questi aspetti riuscirà a:

  • trasmettere le caratteristiche esatte di un prodotto, servizio o i valori di un brand;
  • coinvolgere il pubblico;
  • generare interesse per ciò che viene proposto.

Ogni realtà richiede un approccio comunicativo diverso in base alle caratteristiche del proprio target di riferimento. Caratteristiche che, se tenute in considerazione nel processo di traduzione, possono contribuire al successo di una campagna di marketing all’estero.

Se avete bisogno di chiarimenti o supporto per le vostre traduzioni italiano-inglese mandate un messaggio a info@justranslations.com o chiedete un preventivo. Se cercate un professionista in altre combinazioni linguistiche potete far riferimento alla banca data di AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti)